Intervista a Vincent Raimondi - Jeet Kune Do Ragusa

Vai ai contenuti

Menu principale:

Intervista a Vincent Raimondi

Sifu Raimondi iniziò a studiare Taekwondo nel 1973, in sud america. Era un calciatore professionista e praticava Judo e altre arti marziali. Nel 1985 divenne istruttore per l’ATA, grazie alla guida del maestro HU Lee e aprì il suo primo corso di arti marziali. Partecipò a diverse competizioni, ottenendo ottimi risultati. Successivamente, dal 1990 al 2005, studiò con Sifu Ted Wong, ricevendo il titolo di istruttore di JKD, inoltre raccolse esperienze in altre discipline marziali, quali Haidong Gumdo (l’arte del samurai coreano), karate ecc.. Sifu Raimondi, oltre ad essere un maestro di arti marziali, è un cittadino impegnato nelle attività comunali di Rosselle Park, si occupa di raccolta di fondi a scopo benefico ed è fiero di essere marito e padre, considerando la sua famiglia la sua più grande realizzazione.

INTERVISTA A VINCENT RAIMONDI


Saverio: Come ha iniziato la sua carriera marziale? Grazie a chi?
Raimondi: Ho iniziato i miei studi marziali quando avevo 12 anni, in Argentina. Stavo imparando il Judo quando andai a vedere "Enter the Dragon" e mi innamorai del Jeet Kune Do.

Saverio: Che discipline ha studiato/praticato?
Raimondi: Ho iniziato con il Judo, successivamente sono passato al Tang Su Do, Tae Kwon Do, Gumdo e Jeet Kune Do.

Saverio: Chi furono/sono i suoi Maestri o le persone che l'hanno influenzata maggiormente?
Raimondi: La persona che più mi ha influenzato è stata Ted Wong, il prodigio di Bruce Lee ed il mio primo istruttore di JKD.

Saverio: Ha degli aneddoti su qualcuna di loro da raccontarci?
Raimondi: Nel 1990 ho subito una ricostruzione del ginocchio destro e non ho potuto calciare per un anno. Un pomeriggio ricevetti una telefonata da mio cugino, il quale mi invitava al suo corso per incontrare qualcuno che conosceva le arti marziali. Andai a casa sua e quest'uomo era seduto al tavolo e mio cugino mi chiese se lo conoscevo. Risposi di no. Disse: "Questo è Ted Wong, il compagno d'allenamento di Bruce Lee". Rimasi a bocca aperta e gli strinsi la mano. Iniziammo a parlare delle arti marziali ed andammo nella stanza in cui si allenava. Ted mi mostrò alcune mosse di JKD. In quel momento vidi Bruce Lee. Ted mi chiese di fare alcune tecniche di mani e mi disse di star rilassato e sarei stato più veloce. Successivamente arrivò la domanda che stavo aspettando, mi chiese se volevo essere un suo allievo. Dissi di sì, che sarei stato onorato di essere il suo studente! Questo è come iniziò tutto.

Saverio: Cosa pensa del Jeet Kune Do Concept e dell'Original?
Raimondi: Posso solo parlare dell'Original, non posso fare delle osservazioni sul Concept.

Saverio: Lei ha girato il mondo, qual è il livello del Jeet Kune Do nel mondo al giorno d'oggi?
Raimondi: L'interpretazione del Jeet Kune Do può essere molto diversa da un luogo all'altro in base all'istruttore.

Saverio: Quanto tempo dedica all'allenamento?
Raimondi:Mi alleno ogni giorno per circa due ore.

Saverio: Secondo lei, quanto tempo dovrebbe dedicare all'allenamento uno studente medio?
Raimondi: Gli studenti nella media non si allenano abbastanza, smettono prima che siano pronti. Non c'è limite a quanto ci si dovrebbe allenare.

Saverio: Su cosa si basano i suoi programmi d'insegnamento?
Raimondi: Si basano sul Jeet Kune Do Original di Ted Wong, Tim Tackett e del "Wednesday Night Group".

Saverio: E' necessario ripercorrere l'allenamento di Bruce Lee per diventare un buon JKDer? (Tai Chi, Wing Chun, Non Classical Gung Fu, Boxe, ecc)
Raimondi: No, quello dipende dalla persona.

Saverio: Cosa consiglia per diventare dei bravi combattenti di JKD?
Raimondi: Bisogna avere perseveranza, dedizione e dedicargli abbondante tempo.

Saverio: Il JKD di Bruce Lee contempla bastoni, coltelli, pistole, ecc?
Raimondi: Il JKD è tutto ciò che riguarda l'autodifesa, ci si può allenare con qualunque cosa si voglia.

Saverio: Ha altro da aggiungere?
Raimondi: Il JKD è semplice ma non facile. La semplicità è l'aspetto principale. Noi uomini rendiamo le cose difficili.

Vincent Raimondi

_______________________________________________________________________________________________________________________


Saverio: How did you begin your martial career? Thanks to whom?
Raimondi: I began my martial arts studies when I was 12 yrs. old in Argentina. I was learning Judo when I went to see "Enter the Dragon" and fell in love with Jeet Kune Do.
Saverio: What disciplines have you studied/practiced?
Raimondi: I started with Judo, then Tang Su Do, Tae Kwon Do, Gumdo and Jeet Kune Do
Saverio: Who were/are your Masters or people who influenced you the most?
Raimondi: The person who influenced me the most was Ted Wong, Bruce Lee's prodigy and my first JKD instructor.
Saverio: Have you any anecdotes about anyone of them to tell us?
Raimondi: In 1990 I had a right knee reconstruction and could not kick for one year. One afternoon I get a phone call from my cousin inviting me to his house to meet someone that knew martial arts. I get to his house and this man is sitting at the table and my cousin asked me if I knew this man, I said I didn't. He said "this is Ted Wong, Bruce Lee's workout partner". My jaw dropped and I shook his hand. We started talking about martial arts and we went to his workout room, Ted started to show me some JKD moves, at that moment I saw Bruce Lee. Ted Asked me to do some hands techniques with him and he told me to relax and I would be faster. Then the question I was waiting for came, he asked me if I wanted to be his student, I said yes I'd be honored to be your student! That is how it all started.
Saverio: What do you think about Concepts Jeet Kune Do and Original Jeet Kune Do?
Raimondi: I can only tell you about Original Jeet Kune Do, I can't comment about Concepts.
Saverio: You've traveled the world, what's the standard of Jeet Kune Do in the world nowadays?
Raimondi: The interpretation of Jeet Kune Do can be very different from one place to another depending on the instructor.
Saverio: How much time do you usually train?
Raimondi: I train every day for about two hours.
Saverio: In you opinion, how much time should an average student train?
Raimondi: Students on average don't train enough, they quit before they are ready. There is no limit to how long you should train.
Saverio: What are your teaching programs based on?
Raimondi: They are based on Original Jeet Kune Do from Ted Wong, Tim Tackett and the Wednesday Night Group.
Saverio: It's necessary to do Bruce Lee's training to become a good JKDer? (Tai Chi, Wing Chun, Non Classical Gung Fu, Boxe, ecc)
Raimondi: No it's not, that depends on the person.
Saverio: What do you recommend us to become good JKD fighters?
Raimondi: You Must have perseverance, dedication and give it plenty of time.
Saverio: Does Bruce Lee's JKD contemplates stick, knife, gun, ect?
Raimondi: JKD is all self defense, you can train with whatever you want.
Saverio: Have you anything to add?
Raimondi: JKD is simple but not easy. Simplicity is the main thing. We as human beings make things dificult.

Torna ai contenuti | Torna al menu