Intervista a Pierre Hartmann - Jeet Kune Do Ragusa

Vai ai contenuti

Menu principale:

Intervista a Pierre Hartmann

Intervista a Pierre Hartmann, il maggiore esponente europeo del Non Classical Gung Fu (NCGF), disciplina appresa negli anni '90 da Jesse Glover (amico e allievo di Bruce Lee). Nonostante abbia passato la soglia dei 50 anni, Pierre continua ad allenarsi seriamente nel combattimento, allenandosi da solo o con alcuni dei suoi circa 150 allievi, sparsi nei vari corsi settimanali che tiene in Svizzera.

INTERVISTA A PIERRE HARTMANN


Saverio: Quando ha iniziato a praticare le arti marziali? Perchè?
Hartmann: Ho iniziato con le arti marziali all'età di 16 anni ed il motivo principale sono state le mie limitate performance fisiche a scuola, quando mi battibeccavo molto spesso.

Saverio: Quali discipline ha studiato? Chi sono stati/sono i suoi istruttori?
Hartmann: Gisin, Judo e Jiu Jitsu. Jordan, Karate. Krieger, Judo e Jodo. Penseyres, yoseikan-budo. Wing Chun, Kernspecht/Uwe Müller. Mahmud, boxe. Scherma. Ed Hart, del materiale. Jesse Glover, NCGF. Sonny Umpad, escrima. Steve Smith, yeung chuan.
La mia formazione nelle arti marziali ha inizio con il Jiu Jitsu ed il Judo per 3 anni. Mi sentivo fortunato per aver avuto l'opportunità di essere uno studente dell'allenatore "Leo Gisin" della squadra della nazionale svizzera di Judo nel 1972, a Basilea. Mi sono trasferito a Ginevra ed ho iniziato a praticare un po' di Karate, ma alla fine mi sono interessato al "yoseikan-budo", moderno stile franco-giapponese, dal 1976 al 1979 con il mio maestro "Maurice Penseyres". Oltre ad allenarmi nello yoseikan, seguivo un intenso corso di base di Judo con il grande maestro di Judo "Pascal Krieger", che ha vissuto più di 6 anni in Giappone. Ma fu nel 1981, quando il passo in avanti divenne interessante, che decisi di spostarmi in Germania per studiare Wing Chun con Kernspecht, ma principalmente con il suo primo assistente "Uwe Müller", che mi allenò per circa un anno per 8 ore al giorno / 5 giorni a settimana. Il mio obiettivo era quello di diventare un professionista e dopo quell'anno di intensa formazione, il mio insegnante ed allenatore divenne Müller, per diversi anni. Müller era un vero combattente da strada ma anche un ottimo insegnante che sapeva il fatto suo. Non era il wing chun classico, ma più un approccio libero di come il wing chun sarebbe potuto essere nel combattimento reale. Mi sentivo come fortunato nell'aver avuto questo tipo d'istruzione a quel tempo, perchè la mia idea si focalizzava sui metodi del combattimento realistico/libero. Mi sono anche allenato nella boxe con un 5 volte campione professionista della classe di peso medio nord africano. Un ragazzo scozzese mi ha allenato diverse volte anche nella scherma.
Nel 1989 il mio maestro smise di insegnare ed io mi orientai verso qualcosa di più vicino alla fonte di Bruce Lee. L'altra mia decisione fu di andare in America per trovare alcuni degli studenti di Bruce Lee. Andai a Seattle, dove l'insegnamento di Jesse Glover mi sembrava abbastanza simile a ciò che avevo allenato in Germania. A dire il vero non fu proprio così, infatti il metodo era migliore di quello che mi aspettavo. Sono rimasto sbalordito da cosa e come si allenavano, ma soprattutto dall'approccio di Glover su cosa significa il combattimento reale. Dal 1991 mi sono allenato presso la sua scuola ed ho portato oltre il non-classical gung fu di Jesse, che insegno qui in Svizzera. Oltre il NCGF di Jesse Glover, anche un altro esperto di Escrima catturò il mio interesse: Sonny Umpad, un grande esperto del Visayan escrima, che mi ha insegnato dal 1995 al 2005. Oggi il mio amico ed insegnante Jesse Glover mi ha dato il permesso di insegnare il mio “non-classical Kung Fu". Un altro amico ed insegnante è Steve Smith, con il quale ho studiato da 10 anni ad oggi la sua struttura "yeung chuan", che si adatta alla perfezione al NCGF di Jesse. Anche Steve Smith mi ha dato il permesso di insegnare "yeung chuan" in Europa.

Saverio: Con chi si allena? Per quanto tempo?
Hartmann: Mi alleno principalmente da solo, ma mi alterno con I miei studenti in termini di allenamento tecnico (alleno circa 10 ore alla settimana l'allenamento fisico da solo e circa 5 giorni alla settimana dalle 2 alle 5 ore con lezioni in classe e private).

Saverio: Cos'è il NCKF? Può spiegarlo con semplici parole per le persone che non conoscono cosa sia?
Hartmann: Il NCKF (non-classical kung fu) è un processo di abilità al combattimento sulla nostra struttura. Non è tradizionale, ma è fatto per il combattimento. Bruce Lee ha chiamato il suo materiale in questo modo perchè aveva modificato così tante cose che non era più wing chun o qualcosa di simile. NCKF o NCGF (il termine usato da Jesse) è come un minisistema che si adatta a tutti, ma non ha una struttura definita. Ha alcuni aspetti del Wing Chun, ma anche tutti gli altri hanno il background di coloro che praticano il NCKF. Il NCKF o NCGF si adatta alla persona e non è la persona che deve adattarsi al sistema. Questo è il motivo principale per cui tutti si muovono in maniera differente. La differenza più grande rispetto agli altri sistemi che conosco è il metodo e l'approccio di a come il combattimento reale viene allenato nel NCGF.

Saverio: Può descrivermi la sua tipica sessione d'allenamento?
Hartmann: La sessione d'allenamento che insegno è divisa in entrate-attacchi-colpi. Tutti e tre gli elementi sono allenati separatamente. Facciamo diverse centinaia di ripetizioni di ognuno di questi elementi per ogni sessione.

Saverio: Quanti studenti ha? Chi è il suo studente tipo?
Hartmann: Al momento ho circa 150 studenti in tutto, ma diverse classi durante la settimana. Ho 10 studenti che sono avanzati ed a volte più di 50 persone nella mia classe formale. Ho diverse tipologie di persone che studiano il NCKF: principianti come impiegati di banca, ragazzine, donne ma anche combattenti, perchè va bene per chiunque.

Saverio: Cosa serve per diventare un bravo combattente?
Hartmann: Diventare un bravo combattente significa essere già un combattente nella tua testa! Ciò non dipende principalmente da cosa praticano, ma più da come lo praticano! Ma anche l'insegnante dovrebbe essere qualificato, in modo da dare agli studenti abbastanza motivazione ed una struttura chiara. Ma si tratta anche di un'influenza genetica.

Saverio: Può raccontarci qualche aneddoto su Jesse Glover e Bruce Lee?
Hartmann:Jesse incontrò Bruce nei primi anni sessanta (si potrebbe raccontare una lunga storia su questi due uomini), ma Jesse diceva sempre che, per tutto il tempo della sua carriea, non era mai riuscito a toccare Bruce, se lui non lo voleva. Jesse: “non ho mai visto nessuno muoversi come Bruce”. Una volta hanno contato i pugni a catena di Bruce Lee: 16 pugni al secondo o giù di lì. Jesse Glover è stato il primo studente ed amico di Bruce Lee e Bruce gli chiese di diventare il suo primo assistente ufficiale nella sua scuola di Seattle, ma Jesse si rifiutò. Cito: “Non sono interessato ad insegnare ciò che insegni nella tua classe, perchè non è più la roba che mi avevi insegnato prima. Jesse potrebbe occuparsi con facilità della classe di Seattle”.

Saverio: Dal suo punto di vista, perchè Bruce Lee abbandonò il Wing Chun per dedicarsi al Jeet Kune Do?
Hartmann: Bruce cambiava e ricercava tutto il tempo. Poteva far allenare la gente in qualcosa ed il giorno dopo poteva dire, “non più, l'ho cambiato”!!! Come ho appreso da Jesse Glover, Bruce prese solo alcune idee e tecniche del wing chun, per via della stazza degli americani, che sono più forti e più grossi. Bruce cercava altre applicazioni in termini di efficacia. Si sentiva come se dovesse creare il suo personale metodo di combattimento, che era in un processo di continua evoluzione e modifica.
…Ma Jesse Glover saprebbe rispondere meglio a questa domanda...

Saverio: Cosa sa dirmi del JKD?
Hartmann: Io non sono un praticante di JKD ma tutto ciò che posso dire è che ci sono brave persone e combattenti là fuori che sanno combattere ed il JKD può dar loro le idee del concetto di Bruce, ma NESSUNO può praticare il JKD come Bruce. Per me è così; ai praticanti piace copiare Bruce Lee invece di provare a capire le sue idee!

Saverio: Il Jeet Kune Do è morto con Bruce Lee?
Hartmann: Il JKD è morto; è questo il problema! Penso che i praticanti di JKD dei diversi studenti di Bruce abbiano i loro stessi concetti da insegnare. Sono d'accordo sul fatto che questi insegnanti abbiano tutti una stessa fonte, ciò che insegnava Bruce, ma se Bruce fosse vivo, tutti sarebbero soffiati via dalla roba che avrebbe cambiato così tanto. Per me non è rimasto nulla dell'Original perchè Bruce non è più qui a far chiarezza. Ma, Original o no, se il concetto funziona per lo studente che apprende, allora è così!!!

Saverio: Ha altro da aggiungere?
Hartmann: Penso che il JKD sia morto con Bruce Lee, ma non il concetto e le idee. Grazie.

Pierre Hartmann

_______________________________________________________________________________________________________________________

Saverio: When did you begin practising martial arts? Why?
Hartmann: I started martial arts at the age of 16 and the main reason was my limited physical performance in school when hassled very often.
Saverio: What disciplines have you studied? Who were/are your instructors?
Hartmann: Gisin-Judo-Jiu Jitsu, Jordan Karate. Krieger-Judo, Jodo. Penseyres-yoseikan-budo.wing chun- Kernspecht / Uwe Müller. Mahmud-boxing. Fencing. Ed Hart- the stuff. Jesse Glover-NCGF. Sonny Umpad-escrima. Steve Smith -yeung chuan.
Saverio: Can you add anything else on your martial career?
Hartmann: My instruction in martial arts began with Jiu jitsu & judo for 3 years. I felt lucky for having had the opportunity for being a student of the coach "Leo Gisin"of the swiss national judo team in 1972 in Basel. I moved to Geneva and started a bit karate, but finally got interested by a french-japanese modern style "yoseikan-budo" from 1976 to 1979 with my teacher "Maurice Penseyres". Beside my training in yoseikan, i followed intense judo groundwork with an awesome Judo teacher "Pascal Krieger" who spent more than 6 years in Japan. But it was in 1981 when the breakthrough became interesting when i decided to move up to Germany to study intense wing chun with Kernspecht, but especially his first assistant "Uwe Müller"who trained me for almost one year by working out 8 hours a day / 5 days a week. My goal was become profesional and after that one year of intense formation, my future teacher & trainer was Müller for several more years. Müller was a real streetfighter, but also a very good teacher who knew his stuff. It was not classical wing chun, but more an free aproach of how wing chun could be for real fighting. I felt like lucky having had this kind of instruction at that time, because my idea was focused on realistic-free fighting methods. I also was trained in boxing by an 5 time nord african pro champion middleweightclass box champ. A scottish guy trained me in fencing several times as well.
In 1989 my teacher stopped teaching and I headed for something closer to the source of Bruce Lee's roots. My other decision was; going to the US in order to find some of Bruce Lee's students. I went in Seattle where Jesse Glover's teaching seemed quite similar of what I trained in germany. Not really true, in fact way better than excepted. I was stunned by what and how they trained, but especially Glover's approach of what real fighting means. Since 1991 I actually work out at his school and brought over Jesse's non-classical gung fu, which I teach here in switzerland. Beside of Jesse glovers NCGF, an other expert of Escrima became interesting for me. Sonny Umpad a awesome expert in Visayan escrima who thought me from 1995-2005.
Today my friend & teacher Jesse Glover gave me his permission to teach my "non-classical Kung Fu". Another friend & teacher is Steve Smith who I studied with since 10 years now is his structure "yeung chuan" which fits perfectly in Jesse's NCGF as well. Steve Smith gave me permission to teach "yeung chuan" in Europe as well.
Saverio: Who do you train with? For how much time?
Saverio: What is the NCKF? You can explain in simple words for people who do not know what it is?
Hartmann: NCKF (non-classical kung fu) means a process of fighting skill in our structure. Its non traditional, but made for fighting. Bruce Lee's called his stuff like that, because he modified so many things that it was no longer wing chun or anything similar. NCKF or NCGF (Jesse's terms) is like a minisystem which fits for everybody, but has no defined structure so far. It has some sources of wing chun, but also everyone elses background of those who practise NCKF.
NCKF or NCGF fits to the person and not the person to the system. This is the main reason why everybody is moving different. The biggest difference compared to most other systems i know is the way & aproach of how real fighting is trained in NCGF.
Saverio: Can you describe me your typical training session?
Hartmann: The training session I teach is divided in entrees-sticking-striking. all three element are trained seperatly. We do several hundreds of repetitions on any of these elements on every session.
Saverio: How many students do you have? Who is your typical student?
Hartmann: I actually have about 150 students all together, but different classes during the week. I have 10 students who are in profesional-formation and sometimes over 50 people in my formal class. I have all different kind of people who study NCKF. Real beginners like bankers, teenagers girs ladies, but also fighters, because it fits for everone.
Saverio: What is needed to become a good fighter?
Hartmann: To become a good fighter means already being a fighter in your brain! In my mind its not mainly what they practise, but more how they practise! But also the teacher should be qualified in order to give the student enough motivation and clear structure. But it's a genetic influence as well.
Saverio: Can you tell us any anecdotes about Jesse Glover and Bruce Lee?
Hartmann: Jesse met Bruce in the early sixties. (It would be a long story to talk about those two men), but Jesse always said; he could never touch Bruce during his whole career, if he didn't wanted to. Jesse; "I never saw anyone move like Bruce" once they counted Bruce Lee's chain punches: like 16 punches a second or so. Jesse Glover was Bruce Lees's first student & friend and Bruce asked jesse to become his first official assistant for his school in Seattle, but Jesse denied; quote: I am not interested to teach the stuff you teach in your class, because its no more the stuff you've trained me before. Jesse could deal easy with anyone in the seattle class.
Saverio: From your point of view, why did Bruce Lee left Wing Chun to devote himself to Jeet Kune Do?
Hartmann: Bruce was changing and searching all the time. He could make people train in something and the next day he would say, no more I changed it!!! As I know from Jesse Glover; Bruce kept only a few ideas and techniques of wing chun, because of the size of american people who were stronger and bigger, Bruce was searching other applications in terms of efficiency. He felt like creating his own personal way of fighting, which was a constant change and modifiyng process.
But this question would be better answered by Jesse Glover
Saverio: What can you tell me about JKD?
Hartmann: I am not a JKD man, but all I can say, there are good people & fighters out there who can fight and JKD may give them ideas of Buce's concept, but NOONE can do JKD like Bruce. To me it seems like; practionners like to copy Bruce Lee instead of try to understand B.L ideas!
Saverio: Have Jeet Kune Do died with Bruce Lee?
Hartmann: JKD is dead; thats the problem! I think JKD people from different students of Bruce has their own concepts to teach. I agree that those teachers has sources of what Bruce tought, but if Bruce would be alive, everybody would be blown away by his stuff which would have changed so much. To me; there is nothing original left, because Bruce is no longer here to clarify. But original or not; if the concept works for the learning student, then thats it!!!
Saverio: Have you anything to add?
Hartmann: I think JKD died with Bruce Lee, but not the concept & ideas. Thank you.

Torna ai contenuti | Torna al menu