Intervista a Jeremy Lynch - Jeet Kune Do Ragusa

Vai ai contenuti

Menu principale:

Intervista a Jeremy Lynch

Jeremy Lynch ha iniziato a praticare le arti marziali all'età 7 anni, studiando il Karate tradizionale. All'età 12 anni ha iniziato ad allenarsi presso una delle scuole di Jhoon Rhee, imparando il Tae Kwon Do. Dopo sei anni, ha avuto la fortuna di essere accettato nel gruppo d'allenamento di Tim Tackett. Successivamente si è allenato con Bob Bremer, Bert Poe, e Dennis Blue. Jeremy ha combattuto riscuotendo successi nella kickboxing ed ha lavorato con molti degli studenti di Bruce Lee.

INTERVISTA A JEREMY LYNCH

Saverio: Dov'è nato? Quando?
Lynch: Sono nato nel 1972 a Washington D.C.

Saverio: Quando ha iniziato a praticare le arti marziali? Grazie a chi?
Lynch: Ho inziato ad allenarmi dai libri di Karate tradizionale all'età di 7 anni e mi sono rivolto al Judo. All'età di 12 anni ho iniziato ad allenarmi presso il "Jhoon Rhee Tae Kwon Do institute" con il Maestro Mike Coles. Il Maestro Coles ha avuto un grande impatto su di me e mi ha allenato duramente. Tuttavia, ero sempre alla ricerca del Jeet Kune Do di Bruce Lee. Nel dicembre del 1990 comprai un libro su una rivista, chiamato "Jeet Kune Do the TextBook" di Tim Tackett. Mi allontanai dalla California per andare a far visita a mia madre per Natale e poco prima che il mio viaggio terminasse mi accorsi che Sifu Tim Tackett aveva inserito il suo indirizzo ed il suo numero di telefono sul libro. Lo chiamai e lui mi accettò nel suo gruppo nel 1990. Sono rimasto qui da allora. E' stata una vera fortuna avere il suo libro.

Saverio: Quali discipline ha studiato nella sua vita? Chi sono stati i suoi maestri? Per quanto tempo?
Lynch: Karate, Judo, Tae Kwon Do, Savat, Muay Thai, Kali, Eskrima, Silat, Boxing, American Karate e principalmente il Chinatown Jeet Kune Do.

Saverio: lei ha preso parte a competizioni sportive in passato, vero? Che risultati ha raggiunto?
Lynch: Ho fatto Kickboxing per alcuni combattimenti. Ho avuto dei brutti infortuni durante l'allenamento che hanno fatto sì che non potessi più combattere a livello agonistico. Ma alleno altri combattenti. A patto che mettano tutto loro stessi nell'allenarsi, l'allenamento del JKD dà molte volte un vantaggio.

Saverio: Pensa che il JKD possa funzionare su un ring?
Lynch: Sì, ma non si può veramente usare il JKD ma solo il "JKD Modificato". Bisogna seguire le regole, che sono una sorta di anti JKD. Il principio dell'economia dei movimenti, la linea centrale e l'intercettazione funziona bene in tutte le situazioni.

Saverio: Original o Concept? Qual è il JKD di Bruce Lee?
Lynch: Ci sono delle leggi che non possono mai cambiare, come la distanza più breve tra due punti è la linea retta. Il Jeet Kune Do Original ha inizio dove Bruce Lee ha smesso e allena la mente del praticante a vedere se ciò che si fa segue le regole impostate da Bruce Lee, come l'intercettazione, l'economia dei movimenti, l'immediatezza, la potenza del corpo. Dopo che una persona si è allenata con queste regole di movimento, è libera di sperimentare ed esprimere se stessa perchè stanno guardando con gli occhi del praticante di JKD (ciò che chiamò Bob Bremer). Il JKD Concept prende la citazione di Bruce Lee "Assorbi ciò che è utile, scarta ciò che non lo è" e si inizia dal primo giorno insegnando che qualunque cosa si possa far funzionare è JKD. Personalmente seguo la metodologia del Chinatown JKD Original. Creo nuovi esercizi ed impariamo nuove cosa, ma siamo attenti nell'accertarci che stiamo vedendo ogni esercizio con gli occhi del praticante di JKD.

Saverio: Quante ore a settimana si allena? Ed i suoi studenti?
Lynch: Ho sofferto per infortuni per più di un decennio e finalmente ne sto uscendo fuori. Mi alleno con la mia classe 6 ore a settimana. Inoltre lavoro da solo ogni giorno, a seconda di come risponde il mio fisico. Ho preso troppo peso a causa di una serie di infortuni ed interventi chirurgici, ma ora mi sto allenando quotidianamente e sento ritornare la mia forza e la mia destrezza.

Saverio: Quanto è importante allenare il fisico oltre che la tecnica?
Lynch: E' molto importante. Non posso sopportare di vedere che molta gente non enfatizza l'essere in forma e questo è il motivo per cui pochi di loro possono colpire con una vera potenza.

Saverio: Ha mai combattuto per la sua difesa personale?
Lynch: Piccoli combattimenti. Alcuni tipi strani hanno frequentato la mia classe ed ho dovuto farli sanguinare per sbarazzarmi di loro. Di solito quando le persone iniziano ad sbagliare con me abbandonano quando capiscono che non sono intimidido da loro.

Saverio: Perchè molti praticanti di JKD vogliono diventare istruttori?
Lynch: la gente pensa che li farà diventare famosi. Ma ho delle notizie per loro. A meno che tu tu non sia bravo, a nessuno importerà se sei un istruttore o meno.

Saverio: Perchè molti praticanti di JKD non vogliono allenarsi quando diventano istruttori? Cosa pensa di loro?
Lynch: Sì, la genta sembra pensare che la strada nel JKD sia terminata una volta divenuti istruttori. In realtà si sta proprio iniziando quando si è istruttori, un nuovo modo d'imparare si è aperto nella tua mente.

Saverio: Come si può diventare istruttori nella sua scuola? Quanto tempo è necessario per diventarlo?
Lynch: E' possibile, ma non in relazione al tempo, ma su quanto sei bravo a combattere, insegnare e spiegare il JKD. Se hai impiegato 50 anni, allora così sia.

Saverio: Secondo lei, è importante combattere a contatto pieno? O pensa che sia sufficiente simulate con un contatto leggero?
Lynch: Domanda interessante, perchè entrambi danno dei benefici. Quando si fa sparring è facile infortunarsi quando si va a contatto pieno, quindi dovresti andarci leggero in modo da lavorare sul timing, la distanza ed il footwork. Allo stesso tempo, c'è una sensazione molto diversa quando si sta combattendo duramente. L'equilibrio è diverso, e quando schivi un pugno o un calcio ti stanchi. Quindi quello che noi facciamo è combattere da un contatto leggere od uno medio la maggiorparte delle volte e simuliamo il combattimento e andiamo a contatto pieno con i colpitori. Tuttavia a volte c'è bisogno dello sparring a contatto pieno.

Saverio: Può descrivermi la sua tipica sessione d'allenamento? E quella dei supi studenti?
Lynch: Riscaldamento ed esercizi per la prima ora, successivamente tecniche di JKD e principo per l'ultima ora.

Saverio: Cosa pensa delle MMA? (Mixed Martial Arts)
Lynch: E' un termine vago. E' stato fatto per le persone per aprire i loro occhi alla necessità di adattarsi in un combattimento.

Saverio: Cos'è il JKD?
Lynch: Il JKD non è MMA. Bruce Lee ha preso dalle altre arti marziali, ma non ha semplicemente messo insieme le cose, ha seguito un procedimento scientifico. Tutto improntato sull'economia di movimenti. L'immediatezza e la potenza sono la chiave, come l'intercettazione d'altronde. Il footwork della scherma ed il pugno avanzato danno la destrezza di uno spadaccino e ti avviano a seguire con le combinazioni. Sebbene ci siano delle tecniche prese da altri stili, sono le regole ad essere importanti, non le tecniche. Il perchè stai tirando quel pugno o quel calcio in quel modo. E' un sistema basato sulla fisica e la psicologia.

Saverio: Vuole aggiungere altro?
Lynch: Sto lavorando per far ritorno alla recitazione, quindi state in attesa di imminenti progetti, porteremo il vero Jeet Kune Do di nuovo sullo schermo. Grazie.

Jeremy Lynch

_______________________________________________________________________________________________________________________


Saverio: Where were you born? When?
Lynch: I Was born in Washington D.C. in 1972
Saverio: When did you begin practising martial arts? Thanks to whom?
Lynch:I started training from books in traditional Karate at age 7 and had exposure to Judo. At age 12 a began training at the Jhoon Rhee Tae Kwon Do institute under Master Mike Coles. Master Coles had a great impact on me and trained me very hard. I always was looking for Bruce Lee's Jeet Kune Do though. In Dec of 1990 I Purchased a book through a magazine called Jeet Kune Do the TextBook by Tim Tackett. I came out to California to Visit my mother for Christmas and Just before my trip was over, I notice that Sifu Tackett had put his address and phone number in the book. I called him and he accepted my into his Group in 1990 and I've stayed here ever since. Very Lucky that I had his book.
Saverio: What disciplines have you studied in your life? Who were your masters? For how long?
Lynch:Karate, Judo, Tae Kwon Do, Savat, Muay Thai, Kali, Eskrima, Silat, Boxing, American Karate, and Most Importantly Chinatown Jeet Kune Do.
Saverio: You took part in sports competition in the past, didn't you? What results did you achieve?
Lynch: I did very well Kickboxing for a few fights. I have had some bad injuries during training that made it so I could not fight professionally any more, but I do train other fighters. As long as they put their all into their training, the JKD training gives an advantage many times.
Saverio: Do you think that JKD could work on a ring?
Lynch:Yes, But you cannot truly use JKD only "Modified JKD". You must follow the rules, which is sort of anti JKD. The principle of economy of motion and straight line and intercepting work well in all situations.
Saverio: Original or Concept? What's Bruce Lee's JKD?
Lynch:There are certain laws that never change, such as the shortest distance between two points is a straight line. Original Jeet Kune Do starts where Bruce Lee left off and trains the mind of the practitioner to see if whet they are doing follows the basic rules set down by Bruce Lee, such as Intercepting, Economy of motion, directness, body power. After the person is trained into these laws of movement, they are free to experiment and express themselves because they are looking through the eyes of (what Bob Bremer called ) a JKDer. Concept JKD takes the Quote from Bruce Lee "Absorb What is Useful, Reject What is Useless and they start from the first Day teaching that whatever you can make work is JKD. I personally follow the Original Chinatown JKD method. I do create new drills and we do learn new things, we are just careful to make sure that we are looking at each drill with the eyes of a JKDer.
Saverio: How many hours do you train a week? And your students?
Lynch:I have been suffering injuries for over a decade that I am finally coming out of. I train with my class 6 hours every week. Then I work on my own every dayacording to how my body is responding. I gained too much weight because of a variety of injuries and surgeries, but now I am working out daily and feeling my strength and dexterity returning.
Saverio: How important is to train your physique as well as tecnique?
Lynch:Very important. I can not stand to see that to many people do not emphasize being in shape and this is why so few of them can hit with true power.
Saverio: Have you ever fight for your personal defence?
Lynch:Very small fights. I have had some weirdos attend my class and I had to blody them up to get rid of them. Usually when people start to mess with me they back down when they realise I am not intimidated by them.
Saverio: Why many JKDer want to become instructors?
Lynch:People think it will make them famous. I have news for them. Unles you are good, nobody will care if you are an instructor or not.
Saverio: Why a lot of JKDer don't want to train when they become instructors? What do you think about them?
Lynch:Yes people seem to think that the road in JKD is done once you become an instructor. It really has just begun when you are teaching, a whole new are of learning is opened to your mind.
Saverio: How possible is to become an instructor in your school? How long does it take to become an instructor?
Lynch: It is possible, but it is not about time, it is about how good you can fight,teach,and explain JKD. If it takes you fifty years, then so be it.
Saverio: In your opinion, is important to fight full contact? Or do you think that is sufficient to simulate with a soft contact
Lynch:Interesting question, because their are benefits to both. When sparring it is easy to injure yourself when going full contact, so you may just go light so that you can work timing, distance and footwork. At the same time, their is a very different feel to when you are fighting hard. The balance is different, and when you miss a punch or kick it makes you tired. So what we do is, we spar light to medium most often and then we simulate fighting and go full force on the pads. There is a necessity to spar full contact some times though.
Saverio: Can you describe me your typical training session? And your students' training?
Lynch:Warm up and exercise for the first hour, then JKD technique and principles for the last hour.
Saverio: What do you think about MMA? (Mixed Martial Arts)
Lynch: It is a vague term. It has done a lot for people to open their eyes that you need to learn to adapt in a fight.
Saverio: What's JKD?
Lynch:JKD is not MMA. Bruce Lee did borrow from other martial arts, but he did not just through things together, he followed a scientific process. It is all about economy of motion. Directness and power is key, and intercepting of course. The fencing footwork and lead hand give you the dexterity of a sword fighter and sets you up to follow with combinations. Although there are techniques borrowed from other styles, it is the rules and not the techniques that is important. Why are you throwing that punch or kick in that order. It is a system based on physics and psychology.
Saverio: Would you add anything else?
Lynch: I am working on getting back into acting, so keep looking for upcoming projects, we will bring real Jeet Kune Do bak to the screen. Thanks.

Torna ai contenuti | Torna al menu